Steve Jobs’ unico Yacht ‘Venere’ finalmente battezzato

È uno studio in eleganza minimale.  Questa settimana il progetto finale della vita di Steve Jobs ha una vita propria, con la rivelazione del suo splendido superyacht, battezzata Venus, dopo la dea dell’amore e della bellezza.  Per i sei anni finali della sua vita, Steve Jobs lavorò alla progettazione di yacht in collaborazione con il designer Philippe Starck, che è noto per il suo design semplice ma sensibile.  E il prodotto finito è Steve Jobs, scritto su di esso.

Steve Jobs YachtSteve Jobs Yacht

La nave fu inaugurata domenica nei cantieri del costruttore navale Koninklijke De Vries di Aalsmeer, Paesi Bassi con una cerimonia ha partecipato da Jobs’ vedova Laurene e tre dei loro figli.  La famiglia ha presentato il ringraziamento e un iPod Shuffle con il nome dello yacht, Venus, inciso sul retro di ciascuno dei lavoratori che ha costruito la nave.


Ha detto di essere tra 230 e 260 metri di lunghezza, la nave è impressionante nel suo aspetto e non sorprendentemente, sembra che potrebbe essere il più recente prodotto da Apple, il iYacht.  Finito in bianco scintillante, la prima caratteristica evidente è una band senza soluzione di continuità di ampie vetrate quadrate che corre lungo il lato da prua a metà a poppa.  Dire vetro è prevalente è un eufemismo, come il salone principale dispone anche di un muro di 40 piedi di vetro quasi 10 metri di altezza.  Infatti, il vetro è stato progettato appositamente dall’ingegnere capo dei negozi Apple per sopportare il peso della nave.

Steve Jobs Yacht WheelhouseSteve Jobs Yacht Interior

In alluminio, la struttura dello stato dell’arte presenta un peso più leggero e meno massa, che permetterà velocità più veloci con meno utilizzo di carburante.  La timoneria si trova sulla cima della nave, che ricorda una pagoda stilizzata con un enorme pareti di vetro.  All’interno la timoneria può essere visto una fila di sette iMac 27 pollici che verrà utilizzato per la navigazione e sterzo.

Nella sua biografia di Jobs, autore Walter Isaacson ha descritto le linee pulite dello yacht con ponti “perfettamente piatta” in teak e grandi vetri per le finestre di cabina.  In una struggente citazione dal libro, Jobs ha detto: “so che è possibile io morire e lasciare Laurene con una barca costruita a metà,” Isaacson citato lui. «Ma è necessario andare avanti su di esso. Se non lo faccio, è un’ammissione che sto per morire”.

E ora che finalmente è finito, si erge come ottimo esempio di come i lavori hanno preso un ben congegnata approccio alla sensibilità e gusto nel design.

This entry was posted in steve jobs, Venus yacht, walter isaacson, yachts. Bookmark the permalink.

Comments are closed.